Tag: ma va

Colloquio con la banda Bassotti

banda-bassottiTutto serve per fare esperienza: e se tanto mi dà tanto, il colloquio con la Banda Bassotti vale doppio! Ne ho beccati 2, nascosti dietro nomi diversi per lo stesso obiettivo: reclutare imbroglioni.
E’ successo in un periodo in cui battevo a tappeto ogni sito, ogni agenzia, ogni link che mi sembrava minimamente interessante per la mia ricerca di lavoro: uno di questi, con il senno di poi, non lo consulto più (non solo per questo motivo), ma allora era uno di quelli che cliccavo tutte le mattine. Caffè a sinistra, biscotto in bocca e mouse sulla destra, con la rotella impazzita su e giù per controllare i nuovi annunci. Mi avevano detto che era importante beccarli appena usciti. E io avevo preso il consiglio in parola.
Una mattina trovo un annuncio che recitava così: “Nuova azienda cerca personale per ruoli tecnici e amministrativi. Inviare CV specificando per quale settore ci si propone”. Bene. Seleziono il mio CV in versione generica e invio. Il pomeriggio stesso mi chiamano. “Accipicchia…ho fatto centro!!!” Colloquio il pomeriggio successivo alle 15.30. Nell’annuncio, di fianco al recapito telefonico (cellulare) e all’email, c’era il nome dell’azienda: curiosa come una faina, corro su internet a cercare informazioni al riguardo.
“Azienda tal dei tali…mmm niente. Allora…azienda tal dei tali a giodisseatown… mmm… niente. Mmm. Niente. Niente? Bon, sarà talmente nuova che non c’è ancora su internet…” Lo ammetto, non ci ho creduto nemmeno io quando l’ho pensato, ma la voglia di sapere che non era una fregatura era talmente tanta che me la sono fatta andare bene.
Il giorno dopo vado lì.

Leggi tutto Commenti (0)

B&B da Alberto Angela…

…o da controllore di volo, se preferite. In altre parole, un titolare del B&B con la gestualità talmente accentuata (e soprattutto inutile) da rischiare lo schiaffone ad ogni movimento.

Ormai siamo a giugno, c’è aria di vacanze (almeno quella, visto che soldi per viverne realmente non ce ne sono. Suvvia! Bicchiere mezzo pieno!). Quale miglior momento per aprire il capitolo “gite fuori porta da ricordare”?
Sì, certo, per la compagnia, per i monumenti visitati, per il divertimento, ma in questo caso soprattutto per i personaggi incontrati.

Oggi c’è “Alberto Angela”, da immaginare come nella parodia di Neri Marcorè.

Il B&B si trova a Roma, in una zona bellissima vicino al Vaticano. La scelta inizialmente è stata fatta sulla base della posizione geografica e del prezzo. Dopo aver conosciuto lui abbiamo capito che non avremmo potuto fare scelta migliore: un ragazzotto che ricordava Alberto Angela anche esteticamente, e che ci ha descritto la zona e le possibilità che questa ci avrebbe offerto nei vari momenti della giornata. Come mai avevo visto.

Piccola premessa: sarà difficilissimo descrivere questi momenti visto che sono tutti conditi di gestualità piuttosto che parole, ma ci proverò. Merita.

Leggi tutto Commenti (0)