Perché questo blog

Questo blog nasce dalle “ceneri” del precedente, nato a sua volta dalle ceneri della mia sanità mentale.
Era un periodo particolare, di cambiamento, e come ogni volta che succede, non si sa mai con certezza se lo sarà in positivo o in negativo.
Così io il giorno che ho aperto l’altro blog, l’ho pensato per mettere nero su bianco ogni evoluzione o involuzione, per registrare le mie ansie, i miei successi e insuccessi, e principalmente l’ho fatto per me, per aiutarmi ad analizzare meglio le mie mosse. Basta. Non l’ho mai pubbliclizzato, non l’ho fatto leggere a nessuno nè ho mai fatto capire nei miei scritti chi sono, cosa faccio…Più che altro non l’ho mai detto chiaramente.
Dopo quasi un anno di scritti, ho dovuto interrompere: volevo rimetterci mano, volevo riprendere da dov’ero rimasta ma i cambiamenti erano ormai arrivati a tal punto che non potevo proseguire come facevo prima. Avevo promesso a me stessa che un giorno l’avrei fatto leggere al mio ragazzo..o forse no…o forse dopo un pò…boh. Fatto è che poi un giorno senza alcun motivo che mi abbia spinto a farlo in quel momento piuttosto che in un altro, glielo fatto leggere. Così da quel giorno ben due persone oltre me sapevano dell’esistenza di questo mio privatissimo spazio (pubblico ma non esposto…pubblico ma sotto controllo): lui e la mia più cara amica.
Lei dice che valeva la pena continuarlo e pure ampliarlo…lui dice che avrei molti molti argomenti per ampliarlo, che dovrei farlo, che potrei metterci dentro me stessa e sfruttarlo per condividere quanto ho da condividere e che magari sia di spunto a qualcun altro nella mia stessa situazione, o semplicemente possa far fare due risate, visto che spesso la mia vita sembra una barzelletta,..ma anche un’Odissea appunto. Da qui il nome e da qui i capitoli del mio poema tragicomico:

 

Il cliente ha sempre raGIOne
È una raccolta di racconti che porto a casa da lavoro: le storie dei clienti, le risposte e soprattutto le richieste allucinanti, le tipologie di persone più disparate con cui mi ritrovo ad avere a che fare ogni giorno. Sono degne di nota.

Un cliente al giorno...

 

Sembra pegGIO ma non è
Qui ci saranno le mie varie sfighe, le mie rocambolesche vicende alla ricerca di un lavoro, di un parcheggio, di un valore alla mia laurea, fino ai colloqui di lavoro, gli annunci impensabili, le risposte mai ricevute, e assurdità varie.

colloqui2

 

ManGIO o non manGIO?
La mia dieta: il mio percorso iniziato ufficialmente nei giorni in cui è nato il vecchio blog e ripreso recentemente per il secondo e ultimo step.
Qui il mio diario dei progressi per sentirmi meglio o sentirmi più in colpa quando non faccio la brava panzona.

ManGIO o non ManGIO

 

La paturnia del GIOrno
Attenzione: angolo riservato a chi ha un buon fegato, e non pretende di dare un senso a ciò che legge.
Possono sembrare conseguenza di uso sfrenato di sostanze acide tagliate male, ma in realtà è tutto naturale…mio mio. Tutto mio. Vero eh!

Strani raGIOnamenti

 

L’angolo delle giGIOnerie & La fiera dell'”inGIOranza”
Sono gli angoletti del mio giGIOne, dove raccoglie battute, giochi di parole e foto di sfondoni vari, colti mirabilmente dal suo occhio di falco.

giGIOnerie

 

Buona lettura e buon divertimento!